lunedì 24 aprile 2017

I menù di Benedetta - OSPITE IN CUCINA FRANCESCA CAVALLIN

Ascoltate Mario Giordano sui Vitalizi. È un fiume in piena.

Supermodel Karlie Kloss Launches Camp To Teach Girls To Code | TODAY

XX Congresso di Magistratura democratica, l'intervento di Francesco Mend...

Salma Hayek Thought Her Husband Was Having an Affair with an App

I 10 Migliori Film Di Liam Neeson

Nicoletta Romanoff - Videointervista di DailyMood a Venezia 73

Verdi Requiem: 2 Dies Irae

giovedì 20 aprile 2017

"Sua Molestia, la sclerosi multipla" Intervista a Fiamma Satta (parte III)

"Gli Abilioni e gli Abilioti" - Intervista a Fiamma Satta (parte II)

"Roma è profondamente incivile" - Intervista a Fiamma Satta (parte I)

Flavia Pennetta wins the US OPEN and RETIRES

J.K. Simmons Has Enormous Muscles

GIRLBOSS Trailer (2017) Britt Robertson Netflix Series HD

JAVIER BARDEM - La entrevista

GUARDIANS OF THE GALAXY VOL. 2 Promo Clip - Soundtrack (2017) Chris Prat...

POESIA, SCIENZA E TECNOLOGIA- Antologia dei poeti partecipanti al Festival e dei poeti vincitori (2017) a cura di Laura Garavaglia (i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno)

























L’antologia raccoglie le voci di alcuni tra i più importanti poeti italiani e stranieri che hanno partecipato alle settima edizione del Festival Internazionale di Poesia Europa in versi, che si tiene ogni anno a Como ed è organizzato da La Casa della Poesia di Como. Sono stati inseriti nell’antologia anche i testi poetici dei vincitori del Premio Internazionale di Poesia e Narrativa Europa in versi, il cui presidente di giuria è il poeta Milo De Angelis. L’edizione del 2017 è stata dedicata al rapporto tra poesia, scienza e tecnologia, quest’ultima intesa come applicazione delle scoperte scientifiche nei vari campi delle attività umane. Ambiti che a prima vista potrebbero sembrare molto distanti tra loro, ma che hanno invece molti aspetti in comune. Scienziati e poeti hanno infatti la stessa inesauribile sete di conoscenza, la felicità della ricerca, la tensione profonda che spinge a cercare di illuminare quanto più possibile il mistero in cui siamo immersi, la straordinaria capacità di immaginazione e l’aspirazione alla bellezza, che accomuna, a chiarire quanto sopra affermato, un sonetto ad una chiara, breve e intensa formula matematica. Ecco quindi, alcuni esempi tra i vari poeti antologizzati: Bruno Galluccio nei cui testi poesia e scienza dialogano e si intrecciano di continuo, con uno stile personale capace di passare da versi che hanno l’asciuttezza e la brevità di formule matematiche a versi di respiro più ampio, simili  quasi a prosa scientifica; i versi della poetessa macedone Marta Markoska, che compone poesie utilizzando termini e metafore tratti dal linguaggio delle cosiddette scienze dure, per esplorare la realtà, parlare di noi e del misterioso avvicendarsi di leggi che da sempre governano le cose; o ancora il poeta cubano Victor Rodriguez Núñez, i testi del quale spaziano dalla riflessione sull’evoluzione delle teorie scientifiche, alla dialettica tra ragione e fede, all’inestinguibile desiderio di esplorare il mondo che accomuna esploratori del passato, poeti e scienziati, all’osservazione della quotidianità che permette all’occhio attento del poeta di andare in fondo alle cose, di vedere oltre l’apparenza; mentre Gianni Darconza ci pone di fronte al nuovo modo di interpretare la realtà che la scienza moderna impone all’uomo, una visione del mondo che coinvolge anche la nostra sfera emotiva e ci fa cogliere la fragilità della nostra condizione umana; o Francoise Roy, che alterna versi altamente lirici a versi caratterizzati da una prosa frammentata, in una dimensione che oscilla continuamente tra la realtà e il “sogno dotato di una sua logica ferrea, che tuttavia non ci è mai completamente chiara”, come è scritto nella nota critica. Il lettore scoprirà in questo volume anche altre voci significative della poesia contemporanea italiana e internazionale, come quella di Cinzia Demi, che nella perfetta armonia dei suoi versi tratteggia luoghi, personaggi e situazioni che coinvolgono totalmente il lettore, quasi fossero partiture sceniche; o quella di Helen Dwyer, irlandese, dove il ricordo di persone care che non ci sono più è legato alla concretezza degli oggetti che a quelle persone sono appartenuti, reliquie da conservare con doloroso rispetto e inesauribile amore. I versi di Monica Aasprong combinano elementi mitici e sacrali, conducono il lettore nella dimensione delle fiabe nordiche e la parola si carica di ambiguità semantica. Testi che hanno ora un ritmo salmodiante, ora quello di una ninna nanna e che spesso superano i confini del linguaggio per avvicinarsi a quelli della musica e delle arti visuali. Nelle poesie del rumeno Ion Deaconescu il motivo dominante è il trascorrere del tempo e l’inesorabile mutamento che provoca nelle cose e in noi stessi. Due sono i rappresentanti della poesia colombiana: Giovanny Gomez, che usa il linguaggio poetico come strumento di conoscenza e cambiamento. Come espresso nella nota critica “la sua parola si configura in un verso totalizzante, che abbraccia e percorre tutta la tradizione letteraria in lingua spagnola per superarla aggiungendovi il segno della propria personalità”; Rubén Dario Lotero, che nell’asciuttezza dei suoi versi offre al lettore immagini nitide e realistiche del suo Paese, cogliendo il senso dei ritmi sempre uguali del quotidiano mentre i suoi personaggi sembrano vivere sulla pagina. Infine, a rappresentare la poesia turca, Hydar Ergülen, nei cui testi, dove prevalgono il tema dell’amore e della memoria, si avverte una vena di misticismo e spiritualità; e il poeta Tuǧrul Tanyol, la cui poesia rivela una profonda conoscenza della letteratura ottomana e turca e anche della cultura europea, in particolare di quella francese. Ad ogni edizione il Festival accoglie un pubblico numeroso e partecipe, coinvolge tanti giovani durante gli incontri tra i poeti, i docenti e gli studenti dell’Università dell’Insubria, dell’Accademia d’Arte Aldo Galli, del Conservatorio e delle scuole superiori della città. Durante tutto l’anno gli studenti si preparano sui testi dei poeti realizzando opere d’arte grafica, dipinti, disegni, video, musiche, traduzioni o riscritture dei testi poetici sulla scia delle emozioni da loro suscitate dalle poesie. Inoltre molti di loro partecipano attivamente all’organizzazione dell’evento, occupandosi del book shop, accogliendo il pubblico e facendo da traduttori e interpreti tra il pubblico e gli autori. Il Festival è dunque non solo un’occasione importante di incontro tra il pubblico e poeti di fama mondiale, ma anche un evento significativo perché testimonia un percorso di conoscenza e approfondimento da parte dei giovani sulla poesia contemporanea di tutto il mondo. Inoltre ogni anno, durante la manifestazione, è aperta la Bottega di Poesia curata dal poeta Mario Santagostini che offre a giovani e meno giovani la possibilità di far leggere i propri versi e avere un parere da una voce autorevole della poesia italiana contemporanea. L’antologia, dunque, oltre ad offrire un panorama ricco e variegato della poesia contemporanea a livello internazionale, vuole essere anche una testimonianza dell’impegno della Casa della Poesia di Como nella diffusione della poesia attraverso il Festival Europa in versi e il Premio omonimo. (dall’introduzione di Laura Garavaglia)

mercoledì 19 aprile 2017

Emozioni e scelte. Pietro Pietrini parla della condotta deviante

Giorgio de Chirico dipinge dal vivo Il sole sul cavalletto 1973

"Siamo noi" - Francesco Dell'Oro, autore del libro "Cercasi scuola dispe...

LAZZA - MOB feat. SALMO & NITRO (Prod. 333 Mob)

FUORI TEMPO MASSIMO - i libri d'artista di Paola Scialpi al Fondo Verri di Lecce

“Mare: una storia da riscrivere"," Ombre "," Donne";" Fuori tempo massimo" sono i quattro libri d'arte creati dall'artista Paola Scialpi.  Un' interessante e stimolante avventura, carica di impegno per il sociale,  per l'artista salentina che si è voluta cimentare in una creazione  del tutto nuova per il suo percorso artistico. I libri racchiudono in una ventina di pagine immagini dipinte e racconti, totalmente inediti e scritti a mano, che narrano il contenuto di storie talvolta ai margini talvolta alla deriva. Il primo dedicato ai migranti, è stato accolto con sincera condivisione spirituale e vicinanza umana da Papa Francesco a cui l'artista ha fatto dono di una copia. Il libro  che parla di migranti, contiene oltre alle immagini un racconto molto toccante. Il secondo "Ombre" esprime con immagini e racconti la vita dei senza tetto e della vecchiaia in solitudine. Il terzo "Donne" si riferisce a molte situazioni, tutte al femminile, e contiene oltre ad un racconto scritto dall'artista anche piccoli componimenti di poetesse contemporanee. Il quarto " Fuori tempo massimo "rappresenta invece gli eventi atmosferici e geologici che l'uomo deve affrontare sempre più frequentemente. I libri sono opere uniche nate dalla sensibilità di un’artista che ha da sempre utilizzato la sua arte per denunciare o comunque per inviare messaggi di critica e di riflessione sulla nostra contemporaneità sempre più complessa e sempre più sfuggente.

I libri saranno esposti al Fondo Verri di Lecce via Santa Maria del Paradiso dal 21 al 25 aprile 2017. Inaugurazione 21 aprile 2017 ore 19,30.

MATTIA BRIGA - NOVOCAINA (BOOK-TRAILER)

martedì 18 aprile 2017

Pray for... Un progetto di positività spirituale on line

9 marzo 2017, una GRANDE opportunità.

Author Lesley Lokko speaks at the FutureScapes European Stakeholder Event

Intervista allo Chef Antonino Cannavacciuolo

Meet the Writers - Sophie Kinsella

Federico Zampaglione ricorda Franco Califano....commovente addio......

Chiara Valerio, "La conoscenza fa parte dell'esperienza sentimentale del...

Star Wars: The Last Jedi Official Teaser

Luis Fonsi, Daddy Yankee - Despacito (Audio) ft. Justin Bieber

Aventador S: Dare your EGO at High Altitude!

lunedì 17 aprile 2017

Nuova Kia Picanto (2017) | La prova su strada

Inside New York's Art World: Alice Neel

A fondo - Mario Vargas Llosa (1976) [Entrevista completa]

Rita Pavone La partita di pallone

Wagner - Die Meistersinger von Nürnberg - Albrecht

Gorillaz - Saturnz Barz (Spirit House)

Franco Rella - Mimesis Festival - Kafka

Maurizio Cattelan: vita e opere in 10 punti

domenica 16 aprile 2017

Claire Cameron - The Line Painter

ROBERTO BOLLE and Nicoletta Manni ~Il Giardino Degli Amanti

Laura Linney Remembers New York City's Good Old Days

Le Invasioni Barbariche - Carla Cantone (SPI-CGIL) Seconda Parte - 03/02...

Le Invasioni Barbariche - Carla Cantone (SPI-CGIL) Prima Parte - 03/02/2...

Knight Of Cups - Interview With Freida Pinto (720p)

Ogni Maledetta Domenica - Discorso Allo Spogliatoio di Al Pacino [HD 720p]

Intervista a Micaela Ramazzotti voce di Samantha nel film Lei (Her) di S...

I 3 salti di Fiona May ai mondiali di Edmonton 2001- Medaglia d'Oro

Lidia Ravera - Gli scaduti

sabato 15 aprile 2017

Franco Battiato - Voglio vederti danzare

Lo Stato Sociale - Buona Sfortuna

Intervista a Licia Troisi

Irvine Welsh presenta Godetevi la corsa | Scuola Holden

Clara Sánchez presenta il nuovo romanzo

The Gem Palace: Intricately Detailed | LoveGold

Barbara Jatta è la nuova direttrice dei Musei Vaticani

Fai bei sogni: intervista esclusiva di Coming Soon al regista Marco Bell...

GERARD DEPARDIEU VISITS LETTERMAN

LA FARINA DEL DIAVOLO - IL PONTE MALEDETTO (Booktrailer)

venerdì 14 aprile 2017

Bienenforscher R. Menzel: thioclopridhaltige Pestizide wirken verheerend...

Eta Beta il botanico | Renato Bruni | TEDxCastelfrancoVeneto

L'intervista a Lindo Aldrovandi

Don Minutella - storica omelia del 31/3/2017

Jane West Interview - 420 Science Club

Entrevue avec Marine Le Pen

Daniel Pennac | 'la scrittura è la solitudine, il teatro è la vita' | in...

Mirko Zilahy, "La forma del buio" (Longanesi) - booktrailer

venerdì 31 marzo 2017

Spider-Man: Homecoming | l'uomo ragno sulla Avengers Tower nei nuovi poster

Antologia di poeti contemporanei. Tradizioni e innovazione in Italia a cura di Daniela Marcheschi (Ugo Mursia Editore)

























Chi sono i poeti più significativi del nostro tempo? Travolti dall'iperproduzione amplificata dai nuovi media, disorientati dalla latitanza dei critici, spesso i lettori di poesia si muovono confusi tra le pagine, privati di solidi strumenti di analisi e valutazione. Questo volume, firmato da Daniela Marcheschi, uno dei critici oggi più autorevoli, propone l'opera di 21 poeti italiani, giudicati variamente rappresentativi e validi da molteplici angolazioni; di ciascuno fornisce un profilo bio-bibliografico e critico fondamentale per comprenderne genesi ed evoluzione dell'opera artistica. Il risultato è un'antologia in prima persona che, non solo, riapre il dibattito sulla poesia italiana di oggi su basi critiche rinnovate, ma fornisce al lettore le linee-guida per comprendere caratteristiche e peculiarità del "movimento" poetico italiano. Un'opera che parla al pubblico, ai poeti e al mondo della critica.

L'arte spirituale di Wassily KANDINSKY

lunedì 27 marzo 2017

TRANSFORMERS - L'Ultimo Cavaliere Nuova Clip "Siamo al sicuro"

Art News Telemaco Signorini

LA NATURA DELL'AMORE di John Burnside. Trad. Giuseppina Oneto (FAZI EDITORE)



Da una delle voci più note e celebrate della narrativa e della poesia del Regno Unito, un’opera potente e insieme intima, che fonde in maniera magistrale prosa e poesia, essay e memoir. Una riflessione intensa e poetica sull’amore e le sue possibilità, un inno alla natura selvaggia e libera presente in tutti gli uomini. Quando John per la prima volta si accorge che i testi delle canzoni d’amore che passano alla radio hanno un significato, capisce di essersi innamorato. È il suo incontro con l’amore e ha il volto di Madeleine – la cugina che lo incanta con le sue dita affusolate e le unghie dipinte, sempre diversa eppure sempre lei. Madeleine gli fa ascoltare I Put a Spell on You nella versione di Nina Simone, la cosa più bella che lui abbia mai sentito, e mentre suo padre si prepara a lasciare la Scozia per approdare a Corby, dove lo attende un lavoro in un’acciaieria, John è totalmente avvinto da quest’incantesimo, un incantesimo che si trasforma in ossessione e durerà tutta la vita. E in effetti Madeleine ricorre in tutto il libro: ogni donna che John incontrerà non sarà che un riflesso della cugina, la prima di una schiera celeste di misteriose e belle ragazze che infiammano la sua immaginazione – una sconosciuta che in un caffè gli canta una canzone, un’amica incontrata in un ospedale psichiatrico che danza davanti a lui nella sala da pranzo, e infine Christine, una ragazza di cui da giovane si era follemente innamorato ma che ha rifiutato senza mai spiegarsene la ragione. La natura dell’amore è uno scorcio lucido e disarmante sul modo in cui gli uomini vivono l’amore e un’indagine sulla natura inquietante dell’attrazione, che si dipana in un labirinto contorto di desiderio e rifiuto. In sottofondo la colonna sonora della vita di Burnside e le influenze culturali che hanno contribuito a plasmare la sua essenza: il jazz e la musica rock, la fotografia di Diane Arbus, i tristi paesaggi invernali del Nord della Norvegia e le abbuffate di LSD a Cambridge. Questo romanzo è più di un memoir, è un libro sulla memoria, cioè l’altra faccia dell’amore, in cui perdersi e trovarsi sono in fondo la stessa cosa.

John Burnside Nato nel 1955 a Dunfermline, in Scozia, è docente di scrittura creativa presso la University of St Andrews, a nord di Edimburgo. La sua vasta produzione poetica è stata insignita nel 2008 di uno dei più importanti premi di poesia del Regno Unito, The Cholmondeley Award, e la sua raccolta The Asylum Dance ha vinto nel 2000 il Whitbread Poetry Award. Ha inoltre scritto una raccolta di racconti e numerosi romanzi. Fazi Editore ha pubblicato il suo Glister (2010). È stato membro della giuria del Man Booker Prize. Vive nel Fife, in Scozia, con la moglie e i due figli.

Adam Lambert - Time for Miracles (Official Video) #VEVO

martedì 21 marzo 2017

Bonesnack - Need A Woman [Official Video]

Wonder Woman | Nuovo trailer ricco d'azione (versione ITA/ENG)

Essere Nanni Moretti di Giuseppe Culicchia (Mondadori)

Cosa fareste se un giorno, facendovi crescere la barba, scopriste che siete il sosia perfetto di uno dei più importanti registi italiani di tutti i tempi? Prima di rivelare come si comporta il protagonista di questa storia, è necessario fare un passo indietro. Bruno Bruni è uno scrittore di nicchia. Ha esordito come poeta, poi – su consiglio del suo agente – si è dedicato alla narrativa, senza mai sfondare. Ma non si dà per vinto, e, mentre per vivere traduce opere di fantascienza cyber-punk, cerca di scrivere il Grande Romanzo Italiano, quello che farà scattare l'agognato passaparola e correrà allo Strega, quello che tutti – editori, critici e lettori – stanno aspettando. Ma più ci prova più si allontana dalla meta e si deprime davanti al foglio bianco. La sola consolazione nella vita di Bruno è Selvaggia: una ragazza d'oro, che fa la pole dancer in un locale notturno, che è libera e schietta quanto il suo nome. E che continua ad amarlo e a credere in lui ostinatamente. Fino a quando viene licenziata e la situazione si fa ancora più preoccupante. È qui che Bruno si lascia andare e si fa crescere la barba. Gli basta una giornata per rendersi conto che al supermercato, per strada, al ristorante, in palestra, tutti lo scambiano per Nanni Moretti. Sarà Selvaggia a convincerlo a sfruttare le doti da imitatore che ha fin da bambino, a studiare la biografia e l'eloquio del regista e a trasformarsi in un suo clone. Spacciandosi per Moretti e la sua assistente, i due cominciano a girare l'Italia approfittando dell'ospitalità generosamente offerta da sindaci e organizzatori di festival, che non vedono l'ora di far assaggiare loro i piatti tipici del territorio, intrattenerli con gli avvincenti racconti della storia locale e proporsi per una particina nel nuovo film del maestro. Bruno inizia a sentirsi sempre più a suo agio nei panni di Nanni Moretti, ed è sull'orlo di una crisi identitaria che rischia di compromettere i suoi grandi progetti narrativi, quando alla coppia si presenta un'occasione irrinunciabile: un invito alla Mostra del Cinema di Venezia. Essere Nanni Moretti è una lucida ed esilarante satira dei vizi e delle distorsioni dell'industria culturale italiana di questi anni. È una riflessione lieve ma penetrante sull'identità, le aspirazioni, l'ammirazione, l'invidia e l'accettazione di sé. E, infine, è il racconto della vicenda di due irresistibili sconfitti, un po' imbroglioni un po' sognatori, di cui è impossibile non innamorarsi.