martedì 24 gennaio 2017

Per chi suona la campana di Ernest Hemingway (Oscar Mondadori)



Robert Jordan è un giovane intellettuale americano volontario nell'esercito antifranchista. Il suo incarico consiste nel far saltare un ponte d'acciaio librato in territorio nemico. Per questa missione entra in contatto con la "banda di Pablo", un gruppo di partigiani di cui fanno parte due donne: Pilar, moglie di Pablo e Maria, una ragazza che incarna tutte le virtù morali e naturali che un uomo come Robert può desiderare. L'azione dura solo tre giorni, ma l'evento si dilata con fatti paralleli: la storia d'amore fra Robert e Maria, le conversazioni, i monologhi interiori, i richiami al passato. Pur attanagliato da mille dubbi, Robert darà l'ordine di far saltare il ponte anche se il suo sacrificio non avrà di per sè alcun esito positivo. Ma per l'"inglés", votato ad una causa che egli sente sua non meno degli altri, conta che al di là di ogni errore e di ogni violenza ci siano la pace e la libertà e gli uomini non si rassegnino mai al dolore e alla vergogna. Scritto nel 1940, alla luce dell'esperienza di corrispondente di guerra vissuta da Hemingway nel 1937 in spagna, per l'acuta penetrazione psicologica, la narrazione lucida e imparziale e la profonda umanità, Per chi suona la campana è uno dei capolavori della letteratura di tutti i tempi.

Nessun commento:

Posta un commento