sabato 7 gennaio 2017

Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani (Feltrinelli)



Nei tempi cupi del fascismo le leggi razziali escludono i giovani dalle scuole pubbliche e da tutte le associazioni culturali e ricreative. Per questo motivo i nobili Finzi-Contini rompono la loro cortina di riservatezza e aprono i cancelli del proprio giardino a un gruppo di coetanei dei figli Alberto e Micòl. Fra questi giovani c'è anche l'io narrante, già da tempo affascinato da quel luogo, ma soprattutto dal modo di agire enigmatico e imprevedibile di Micòl. E nel rievocare la delicata storia di un amore tacito e discreto, chiuso nell'ambito di un giardino, di un campo da tennis e di una casa, il protagonista si apre alla prospettiva di una storia più ampia, che coinvolge l'intimo inafferrabile di ogni creatura umana.

Nessun commento:

Posta un commento