martedì 3 gennaio 2017

Cuore di cane di Michail Bulgakov (Mondadori)



Scritto negli anni Venti – nella drammatica situazione creatasi in Russia dopo la rivoluzione e la guerra civile, con il dilagare della corruzione, il proliferare della burocrazia e la caduta dei valori morali –, il lungo racconto satirico Cuore di cane coglie gli aspetti comici e grotteschi della vita.  Racconto morale, al di là della denuncia di costume, la storia del cane Pallino, trasformato in uomo con un singolare esperimento scientifico da fabbricanti di mostri, assurdamente strappato al proprio mondo e costretto ad adattarsi a nuove, distorte e difficili condizioni di vita, è la personificazione del proletario vittorioso, ma ancora gravato dalle catene di una condizione subumana.  E più universalmente, vittima completamente sradicata dalla storia, è l'emblema di un essere che non è più soggetto della propria esistenza.

Nessun commento:

Posta un commento