martedì 27 dicembre 2016

Manon Lescaut di Antoine-François Prévost (Garzanti)



A dispetto del crudele di tutti i destini, io trovavo la mia felicità nei suoi sguardi e nella certezza del suo affetto. Avevo, è vero, perduto tutto ciò che il resto degli uomini apprezza, ma ero padrone del cuore di Manon, il solo bene che contasse per me. Vivere in Europa, vivere in America, che m'importava in che posto vivere se ero sicuro di esservi felice, vivendo con la mia amante? L'universo intero non è forse una patria per due amanti fedeli?

Nessun commento:

Posta un commento