giovedì 22 dicembre 2016

Jane Eyre di Charlotte Bronte (Garzanti)



Questo romanzo vigoroso e intenso, che al suo apparire, nel 1847, decretò immediatamente la nascita di una grande scrittrice, conserva nel tempo tutta la sua forza. Di Jane Eyre colpisce soprattutto la sua capacità di assorbire la nostra attenzione, e di trattenerla anche dopo aver chiuso il libro. La più bella definizione del romanzo è nelle parole di Virginia Woolf: «La scrittrice ci tiene per mano ben stretti, ci fa vedere quello che lei vede, non ci lascia neppure un istante. Alla fine, siamo pieni del genio, della veemenza, dell'indignazione di Charlotte Brontë».

Nessun commento:

Posta un commento