mercoledì 14 dicembre 2016

Cuore di tenebra di Joseph Conrad (Garzanti)


Forse nessuno, tra i tanti romanzi di Conrad, ha avuto fin dal suo apparire, all'inizio del secolo scorso, tanta fortuna critica e tanto successo quanto Cuore di tenebra. Certo è che questo breve e inquietante romanzo ci introduce, come osservava Italo Calvino, «nel nodo dei problemi che dominerà la cultura occidentale del Novecento». E a mano a mano che, attraverso il racconto di Marlow, ci inoltriamo sulle tracce del misterioso e contraddittorio Kurtz, un colonialista visionario e megalomane, un reietto che si è messo a capo di un suo regno separato nel cuore del Congo, scopriamo che la forza di questo racconto, che preannuncia la tenebra al cuore di tutte le cose e che ci lascia ammirati e agghiacciati, è ancora intatta.

Nessun commento:

Posta un commento